Telai Cinesi in Carbonio per Bici da Corsa #1
03
February

By Adem Lewis / in , , , , , , , , , , , , , , , , , , /



99 thoughts on “Telai Cinesi in Carbonio per Bici da Corsa #1

  1. Premetto che non parlo dei prodotti fake, ma ci sono rivenditori cinesi al dettaglio con prodotti approvata UCI,l unico inconveniente é il post vendita dovuto alla distanza ed alla lingua.
    Con 300 euro non compri nulla,perche in dogana applicano l amtidumping.
    Si demonizza sempre sui prodotti cinesi e poi la maggior parte della case produce li🤔…ci sarebbe da fare molta chiarezza su questo argomento.

  2. Con tutto il rispetto di questo mondo ci sarebbe un sacco da dire, a partire dal fatto che esistono telai cinesi e telai cinesi.
    Si, il 90% dei telai è prodotto in Cina, perché? Perché i nostri ingegneri sono bravissimi, ma loro (i cinesi) sono bravissimi a lavorare il carbonio, in più questioni legislative (principalmente sicurezza sul lavoro e impatto ambientale, ma questo nelle pubblicità non lo dicono).
    Quindi scherzi a parte esistono brand cinesi (e anche qui non faccio alcun nome) che non avendo ingegneri validi si affidano a quelli che vengono chiamati "open mold" ovvero degli stampi di libero accesso che chiunque può procurarsi e con questi producono telai che vengono poi testati con metodi internazionali (ASTM e ISO), ora si dia il caso che per mancanza di soldi io stia pedalando proprio un telaio prodotto da un noto brand cinese con un open mold (Fermi tutti!! Prima che veniate qui sotto coi forconi dovete anche capire le mie motivazioni: è un telaio di transizione per finire di usare al massimo le componenti che già erano in mio possesso per passare in futuro a un mezzo di tutt'altro livello, ma questo ve lo spiegherò alla fine del commento), vi assicuro che ha poco da invidiare a telai di marchi celebri, e la sua sicurezza non è in dubbio visto che non mi sono risparmiato nel metterlo alla prova.
    Per concludere invece vi dico una cosa: non guardate i grandi brand Pinarello, Giant, Specialized, Cannondale o anche Decathlon!!
    La vera ricerca, soprattutto nei materiali, viene fatta da brand anche molto piccoli e che spesso non solo garantiscono una personalizzazione assurda che arriva fino a telai su misura.
    Sarà uno di questi piccoli,a grandi, brand che tra qualche anno vedrà i soldi che sto risparmiando.

  3. Se possibile vorrei anche sensibilizzare sul fare attenzione su comprare telai o parti di bici su subito.it o e bay da privati.
    Conosco persone che comprano varie parti di bici su sito come wish a prezzi bassi e poi li rivendono per originali a prezzi ovviamente più alti.

  4. Non sono contro le cinesate, anzi ammetto che ogni tanto qualche completo da vestire su wish lo acquisto. Però per quanto riguarda casco, parti e telai non scherziamo. Ne va della nostra salute

  5. Sono in parte d'accordo con te.Queste motivazioni erano valide fino a pochi anni fa.Adesso non dimentichiaamoci che la cina nel campo dell'elettronica,nella progettazione di auto ed altro e' all'avanguardia.Infine tutte le industrie di vari settori hanno si il nome blasonato ma quasi tutti poi si rivolgono ai cinesi per la produzione

  6. Comprare un falso è illegale poi se davvero le copie cinesi sono pericolose ci vogliono delle testimonianze certe o dei test che lo provino.

  7. Ciao Davide hai perfettamente ragione ,qui in brasile ne vedi di tutti i colori ed i brasiliani comprano in internett proprio dalla cina , tipo…. aliexpres …ad esempio …ho visto pinarello dal peso di 14 kg…io ho comperato una forcella rigida in carbonio , per il momento sembra resistere ma ci sono giorni in cui ho dei seri dubbi…un abbraccio…ciao da Felix

  8. solo per capire, non ho capito il discorso degli angoli del telaio, un prodotto copia cinese avrebbe angoli diversi dall'originale ?

  9. Assolutamente d'accordo un mio appunto caro amico prima della fine dell'estate lo visto arrivare con una Pinarello ultima generazione tt il bullo e sapendo io x certo che non avrebbe mai potuto spendere quella somma tra l'altro nuova…di zecca….nemmeno farlo apposta dopo circa un paio di mesi quindi poche settimane fa sono venuto a sapere che era di origine cinese e tra l'altro su una salita bella imponente se spaccato il gruppo centrale della stessa quasi si ammazzava. Quindi meglio scendere di livello ma buono che fare i big poi rischiare la vita dajeee Davide.

  10. Da una parte l'avvento di questi telai di concorrenza,per quanto sleale,dovrebbe avere l'effetto di calmierare un pò il mercato,dato che molti costruttori blasonati ricaricano ,e non di poco, il costo di un loro telaio.Parlo non solo di Pinarello,ma anche Bianchi,Willier ed altre marche.Che siano pericolosi secondo me è una voce che viene fatta circolare per disincentivare l'acquisto di queste sedicenti copie.E comunque anche la grandi marche ormai producono in Cina e sicuramente in quel paese hanno maturato un know-how,e delle economie di scala, che consente loro di realizzare prodotti sicuramente non al livello degli originali,ma validi e ,credo,comunque affidabili.Tra l'altro ,molti di questi telai circolano senza brand,pur essendo chiaramente riferiti al loro originale,per cui non so quanto sia possibile da parte di Bianchi,Pinarello od altre marche rivendicare il reato di falsificazione…

  11. ho comperato solo roba da vestire china…..se la qualità dei telai è quella dei vestiti meglio cambiare sport! c è da dire che tanti però ne parlano bene……io, però, non essendo notoriamente un giocatore d azzardo credo che non sperimenterò mai…..

  12. Condivido pienamente con te Davide!!! I telai cinesi sono delle copie quasi uguali!ma non hanno la qualità dei telai fatti dalle vere aziende serie!La sicurezza è un aspetto importantissimo!I telai cinesi che vendono a prezzi bassissimi valgono pochissimo come qualità e sicurezza!un attento osservatore se ne accorge anche dalla verniciatura scadente e Fac simile! Comprate solo da rivenditori autorizzati delle grandi aziende!no copie cinesi !

  13. Più volentieri del telaio falso meglio una bici di un noto supermercato di articoli sportivi.. anzi meglio ancora un usato

  14. Discorso in parte condivisibile, dire che sono addirittura pericolosi mi sembra un po' esagerato, ricordiamoci che parliamo cmq di Cina, ovvero quella che è destinata da qui a pochi anni a diventare la potenza trainante dell'economia mondiale, sempre che non lo sia già adesso, e se sono arrivati a questo punto lo devono soprattutto perché storicamente sono sempre stati abili a copiare i prodotti altrui producendone spesso di miglior qualità e a minor prezzo, ormai i tempi del made in China = di pessima qualità son passati da un bel pezzo, questo non per incoraggiate l'acquisto di questi telai però sicuramente tra i brand più blasonati c'è una sorta di oligopolio dei prezzi, seppur di indubbia qualità non si può pagare 4000 € un telaio di una bici, questi sanno benissimo che ci sono migliaia di ciclisti pronti a spenderne altrettanti € solo per avere il marchio da sfoggiare nell uscita della domenica esattamente come i tizi che fanno i mutui per tirare fuori l iPhone x al bar.

  15. Io non comprero mai un telaio cinese , e non mi importa nemmeno di sapere se sono di qualità oppure no ,del resto non compro nemmeno on-line, mi rivolgo sempre allo stesso negozio spendo il giusto e se devo fare modifiche su bici nuove , tipo attacco manubrio , me le fa gratis , randonee di Natale con rinfresco ….nessun cinese mi darà mai tutto questo!

  16. Concordo su tutto, però come in molti hanno già commentato, ci sarebbe da chiarire sul livello basico della qualità costruttiva dei cinesi “dove possono dove dovrebbero e dove devono” sanno far scuola. E non a caso appunto da capi di abbigliamento, a pezzi di auto, fin ad arrivare a elettronica passando per lo sport ecc tutti costruiscono li. Poi tutto il resto copie, falsi, ecc assolutamente DA PAZZI

  17. Al dilà della copia FACCIAMO DIVENTARE IL PRODOTTO IN ITALIA UN MARCHIO CERTIFICATO vuoi scrivere da qualche parte fatto in Italia? PAGA !!! Con i soldi si fanno i controlli e se è veritiero te li restituisco!! stabiliamo canoni che abbiano un senso "vedi le borse estere alle qual attaccano i manici e diventano made in italy" fate caso a quante cose recano la dicitura made in italy e fate due piu due .. ah per la cronaca l' idea è dettata dal buonsenso lasciamo stare l' autarchia che è tutt' altra cosa

  18. Grande MESSAGGIO Davide!! Complimenti… stento ancora a capire le persone che pur sapendo che il telaio sia una copia comunque accetti di comprarlo solo per fare bella figura!! Purtroppo le imitazioni sempre ci saranno finchè le persone non passeranno ad uno step successivo di cultura ciclistica e decidano di scegliere un telaio non tanto per l’apparenza dello stesso ma per provare le sue migliorie tecniche per cui è stato progettato!!

  19. Una storia simile è successa con le Gibson cinesi denominte “Chibson” che si trovano su Aliexpress…. alla fine è un mercato anche questo, e se esiste, è perche c’è domanda. Tutti vorremmo una Lambo che costa come una panda 🤣

  20. …io sono possessore di una SAVA in carbonio (quindi cinese). È praticamente la mia prima bici da corsa, comprata perché con 900€ il rapporto qualità prezzo mi sembrava “giusto”. Monta SHIMANO 105 con la compatta davanti e 11-28 dietro. Scricchiola un po’, sicuramente non è una bici premium, ma per fare 100 km a settimana va più che bene. Un giorno però, quando sarò ricco, mi comprerò una Bianchi (rigorosamente azzurra). PS: forse gli anni da pilota di moto aiutano, ma ho anche un KOM in discesa (cronodiscesa Saltino – Pietrapiana se qualcuno frequenta) con questo telaio cinese 🙊

  21. Davide sono d’accordo con te..però devo dire che fino ad ora non ho sentito nessuno che ha avuto problemi con questi telai..e ho tantissimi amici che ci gareggiano addirittura da anni..

  22. Premetto che non sono del settore ma per quello che so tutti i grandi marchi producono in Cina e qui in Italia viene fatta solo la rifinitura del telaio… visto che hai preso come paragone il settore moda e qui sono del settore …ti assicuro che marchi come Prada producono in Cina e non solo per quanto riguarda taglio e cucito ma anche come tessuti..e la qualità e cinese!!!

  23. Guarda ben che la maggior parte dei telai è costruito in Cina..una cosa in più i nostri, hanno un controllo qualità ma le fabbriche sono le stesse…
    I cinesi copiano, uguale, in Cina..
    Un telaio costa 300€ max in produzione…

  24. Condivido. Nutro solo dei dubbi sul fatto che il ricarico di molte marche blasonate sia sempre giustificato. Io mi oriento su marche che in questo momento fanno del rapporto qualità prezzo un punto di forza (Cube, Merida, Decathlon o altre). Sono un umile lavoratore, del resto 😉

  25. Non sono d'accordo. Se prendiamo la questione della legalità allora si, perché un'azienda investe per la ricerca e lo sviluppo di un telaio e quindi è ovvio che costi di più. Però dire che sono tutti pericolosi no. Ci sono telai che sono davvero identici ed hanno la stessa qualità. Ed infine ci sono anche ottimi telai cinesi no brand e quindi copie di nessuno a prezzi bassissimi.

  26. C'è poco da dire in un mondo dove conta apparire piuttosto che essere , va da sé che il più delle volte apparire costa molto , non per un reale costo del prodotto quasi mai , ma per tutto il costo aggiuntivo della promozione fatta , che poi va ad incidere sul prezzo finale del prodotto .
    Ne consegue che i cinesi copiano , perché c'è richiesta di chi vuole apparire senza magari poterselo permettere o perché pensa di essere più furbo , e si compra il telaio coppia cinese .
    Alla pari delle signore che si comperano le borsette finte firmate dai vu coprà in spiaggia .
    Tecnicamente fare un telaio in carbonio non vi vuole una scienza , le fantomati ricerche spaziali sono le solite balle/favole da raccontare al cliente per giustificare il prezzo .
    Mai nessuno ti dirà " il telaio costa 100€ il resto sono costi di promozione ( comprese le varie balle spaziali da inventare e propinare nelle pubblicità sui giornali) e ricavi .
    Sponsorizzare intere squadre al Tour e al giro , non costa poco , da qualche parte poi devono saltare fuori .
    Poi , telai di marchi blasonati con tutti gli stessi tipi di rotture se ne sono visti a montagne .
    A volte si fa pure fatica a farsi riconoscere la garanzia che anche questa ha un costo compreso nel prezzo iniziale .
    Statisticamente un telaio cinese non si rompe più di altri , ovvio gli acquisti vanno fatti con la testa , primo non acquistare una copia , due occhio al peso , se troppo leggero sei a rischio forte di rottura ( ma te la sei cercata telai con limite di ci lista da 70 kg guidati da gente da 95 kg ) , stesso motivo per il quale si rompono quelli originali peraltro.
    Ci sono telai cinesi certificati dove ti forniscono test di stress e risultati torsionali di tutti i generi .
    Uno per tutti , Pinarello te li fornisce ?
    No?
    Eppure questi sono dati essenziali per scegliere un buon telaio con le caratteristiche che vogliamo per noi stessi .
    Ma serve dire che il 90% non ha la minima idea di quali sono le caratteristiche che gli servono , ma il99% delle motivazioni all'acquisto sono :

    Marchio blasonato
    Estetica accattivante
    Modello come quello usato dai professionisti
    Montato al top di gamma
    Leggerezza estrema
    Fine .

    Questa è la realtà , chi vende lo sa bene , devi dare al cliente ciò che il cliente cerca .
    Se cerca merda , non gli venderai l'oro neppure regalato .

  27. Occorre fare un distinguo,telai falsi e questi in quanto tali sono acquisti che non si dovrebbero mai fare,e telai di brand cinesi,cioè ditte che costruiscono con i loro marchi,a questo punto si può aprire una discussione sulla qualità che anche dopo attente analisi e valutazioni fa pendere la bilancia della convenienza e del giusto rapporto prezzo qualità sicuramente a loro favore.Ho acquistato una sella di una nota marca cinese su ebay prezzo 15 euro tre mesi di utilizzo nonostante una caduta senza nessun problema,l'equivalente italiano ne sarebbe costata 200.

  28. i telai replica cinesi sono deleteri per il mondo del lavoro italiano perchè tolgono soldi a persone che lavorano dalla progettazione alla vendita di prodotti che se pur fatti in cina hanno dopo tutto un introito interno all'italia.
    se volete un telaio che costa poco compratene uno adatto al vostro portafogli, o un usato, non ha senso prendere una replica solo per farsi vedere!

  29. comprato 10 telai cinesi nei vari anni, ad oggi nulla da dire a parte qualche piccolo difetto….per un amatore vanno bene, sicuri anche nei viaggi….

  30. Non sono completamente d'accordo ricordiamoci bene che i colossi mondiali sono a Taiwan ossia Giant e Merida che possiede il 50% di specialized da lì arriva forse il 90% dei telai che girano nel mondo detto ciò cosa pensate che x fare un telaio replica o proprietario basti una cantina ? Assolutamente no il carbonio ha bisogno di molte fase produttive quindi dove fanno i falsi/copie sono fabbriche che non hanno nulla da invidiare a dove produce Pinarello ecc…….. X esperienza di molti amici che hanno telai cinesi vanno alla grande mai un problema e costano nulla rispetto alle cifre da fuori di testa che chiedono le case madri x avere un prodotto fatto nello stesso luogo

  31. Replica mai, ma esistono dei brand cinesi che costano meno di un marchio blasonato e qualitativamente discreti.

  32. non li comprero' mai , nemmeno i manubri. è roba che se si rompe rischi la pelle . invece ho preso una sella , quella è ok.

  33. Assolutamente d'accordo!
    Provato per curiosità una sl5 replica.
    Rigidità zero,in curva andava dove voleva lei.

  34. Hai ragione quelli cinesi sono una chiavica ma quelli delle grandi marche sono schifosamente cari rispetto alla realtà un prodotto buono e vero che debba costare magari 3 volte tanto ma no 20 volte questo è esagerazione

  35. stavolta non sono d'accordo conte,ci sono ditte cinesi e ditte cinesi,nel mercato elettrico motori come il bafang non hanno niente da invidiare ai motori bosch e costano molto molto meno

  36. Abbi pazienza, certo non voglio mancarti di rispetto ma la domanda sorge spontanea vista l'estrema debolezza del tuo dire……" quanto hai preso per queste dichiarazioni ? "… sulla base di quali dati poi non si sa

  37. Per il telaio non ho mai avuto il coraggio ma il manubrio cinese l ho comprato, l ho forzato un po’ e per ora vado bene…in compenso un telaio in carbonio di “marca”mi si è rotto….

  38. Io ho acquistato manubrio e reggisella in carbonio (cinesi) per la MTB e sono due anni che pedalo su sentieri di ogni tipo (circa 4000km annui) senza il minimo problema. Poi, visti i risultati, ho acquistato dischi freno (con porta disco in alluminio), viti in titanio per i dischi, pastiglie freni ceramica (4 paia meno di 10 euro) e un perno passante anteriore per forcella Rock Shox con chiusura simile a dt swiss rimediando così al difetto di quello originale che richiedeva continue regolazioni ….

  39. Io ce l'ho insieme a tanti altri.garantisco che ho amici che li usano da anni anche in gare su circuito.nessun problema. I costruttori devono cominciare a capire che i prezzi con cui vendono i loro telai sono esagerati

  40. Per la parte del portafoglio dissento, basta guardare alcune puntate di report dove hanno mostrato chiaramente alcuni magazzini con manifattura cinese che produceva sia per il grande marchio che per il marchio meno blasonato , di fatto lo stesso identico prodotto costava 5 volte di piu nel negozio a fianco perche apportava il timbro del grande marchio! magari per il reparto bici non sara' cosi ma per quanto riguarda il tessile ci fregano di brutto!

  41. C'è prodotto cinese e prodotto cinese ma i marchi noti come tutte le grandi firme hanno il loro rincaro del 90 %se no avrebbero già chiuso i battenti dopo poco. Può essere che se un telaio nn è proprio particolare come forma (cioè timbro della casa x particolarità del marchio) può avere la sotto marca e lo stesso telaio lo si paga 2/3 in meno della marca blasonata. Con i caschi della moto capita

  42. Bravo! Per poco non ci cascavo anche io con un Pinarello. Meno male che ho controllato in internet e così ho visto che il telaio che stavo per acquistare era cinese. Pericolo scampato. E chi stava per affibbiarmi la copia era il mio rivenditore di fiducia!!!!!

  43. Io e altri amici ne abbiamo comprati molti sia da corsa che da mtb visivamente erano bruttini e non simmetrici ma andavano bene e non se né mai rotto uno e sto parlando di almeno10 telai. Questa é la mia esperienza

  44. Alcuni amici hanno telai di aliexpress e vanno molto bene anche sotto sollecitazioni…
    Con questo non voglio sollecitare le persone a comprare i telai cinesi ma riportare solo esperienze personali concrete

  45. Gli italiani si fanno fare telai e ruote in carbonio in CINA. Di cosa stiamo parlando? Pochissimi lavorano il carbonio in talia

  46. Perché non fai il video al contrario, ovvero perché i vari brand italiani progettano qui poi sviluppano e producono un telaio in cina a due soldi e poi applica un ricarico 10 volte il suo valore? Ma non posso nemmeno tagliarmi il braccio per comprare la bici e per fortuna c'è ottimo materiale sul mercato cinese a prezzi umani, non fake o copie

  47. Inoltre suggerirei a Pietrini, invece di fare un video a favore dei costruttori, che mi sa di lecchinaggio, io avrei fatto un video e indagare, come fanno piu' o meno le Iene, perche' questi telai costano cosi' tanto. Io direi se vogliamo combattere i cinesi dobbiamo abbassare i prezzi, perche' i margini sono alti, al di la' che ci sono i costi dei progetti, la mano d'opera e tutto il resto.
    Comunque non se ne puo' piu', per comprare una buona bici adesso ci vogliono molti soldi.

  48. Ciqo Davide , Secondo me gli angoli dei telai cinesi sono i medesimi in quanto creano lo stampo su un telaio originale . È il resto che cambia cioè la qualità , la disposizione delle fibre e gli spessori ..quindi il know-how .Io se non posso permettermi un telaio di alta gamma non scendo a compromessi .. poi ognuno fa come ritiene opportuno.

  49. Io non sono contro i telai cinesi in carbonio. Di sicuro non sono delle stesse caratteristiche ma come alternativa a costo moderato non li vedo male. Anche perché ho esperienza di particolari presi in cina e sono fatti benissimo. Oltre che molto resistenti. Tengo a precisare che ho esperienza di lavorazione con la fibra e so di cosa si parla. Per la serie se si é consapevoli è si vuole spendere molto meno per me vanno benissimo. Si paga per quello che si prende.

  50. Tutti i telai sono fatti in Cina anche quelli blasonati. Mi spieghi perché dovrei acquistare un finto made in italy e spendere una marea di soldi quando posso Acquistare un prodotto della medesima qualità ma non Brandizzato spendendo molto molto meno?

  51. Contrario a comprare telai fake perché' vai a danneggiare i veri marchi ma trovo che ci siano aziende cinesi che producono ottimi prodotti.
    Il punto è che le rotture avvengono indifferentemente su telai blasonati e su telai cinesi. I rumori, scricchiolii ecc li trovi anche su telai blasonati (bb30 su Cannondale?). Considerando che i telai sono fatti con delle mold (gli stampi), non pensiate che ci siano gli ingegneri che costruiscono manualmente. Semplicemente queste factory fanno i telai per tutti (marche importanti, marche minori, reseller, produzione propria) e la cosa che fa la differenza e' in certi casi il Quality check.

  52. Bel video
    Esistono telai cinesi buoni e telai cinesi pessimi… Ma gli originali sono i migliori con standard di sicurezza elevati

  53. L’analisi sugli angoli, si supera con operazioni di reverse engineering, considerando che i cinesi son molto bravi nel realizzare un prodotto identico all’originale, non condivido a pieno quanto illustrato nel servizio, non parlo di qualità ma di realizzazione secondo le specifiche geometriche del prodotto soggetto a copia.

  54. Ciao ormai la maggiore parte della produzione dei telai,di quasi qualsiasi marca(se non sbaglio)viene fatta in Taiwan…va a fidarti!!!🚴🚳

  55. Ora attendo con ansia i babbei di turno che diranno "si ma tanto anche quelli originali li fanno in Cina. Si, è vero li fanno in Cina, ma non è la stessa cosa. Le grandi case vanno in Cina per abbattere i costi di manodopera ma le direttive, i materiali e le tecnologie sono totalmente diverse da quelle usate da "aziende" che producono le loro imitazioni magari nel loro sgabuzzino.

  56. E' strano che cinesi copiano ancora i telai delle marche italiane, perché in tutti gli altri settori i cinesi sono ormai anni luce avanti a noi, e io che ho visitato molte aziende cinesi nel campo del condizionamento ve lo posso confermare. Tra un po anche nel mondo del ciclismo saremo noi a copiare i loro telai oppure si compreranno qualche azienda storica italiana e avremo telai che solo sulla carta saranno ancora italiani.

  57. Perché i costruttori non fanno una bella denuncia x il l'utilizzo del marchio 😉😉😉

  58. Io penso che se vengono copiati dei teleai già solo per questo viene fatto un illecito! Poi non capisco quale sia il problema se uno vuole acquistare un telaio cinese e correre tutti i rischi del caso!! Mi scoccia sapere di più che c'è gente che pur di apparire acquista un telaio Pinarello falso quando in realtà basterebbe che la marca cinese fosse sponsorizzata sul telaio stesso come tutte le grandi marche…

  59. Nn lamentiamoci dei prezzi italiani.Finché c'è gente che compra l'ultimo modello a 5000 euri per fare il figo ogni anno le ditte terranno i prezzi alti.

  60. Avevo una della filosofia carbon ultra leggera 118 gr di una nota marca , durato meno di 6 mesi , spaccato il telaietto e nemmeno riconosciuta la garanzia , a loro dire il reggisella non era adeguato .
    Sella identica cinese , 18 € contro i 210 di prima , stesso reggisella , compie 4 anni , ancora lì come il primo giorno .
    Demonizzare a prescindere è sbagliato .
    Rimane il fatto che mi sono sentito fregato di brutto .
    Secondo voi dal prodotto cinese ???
    Ora ditemi che sanno fare le selle e non i telai ?
    Certo il furbo disonesto ci sarà e non sono pochi , ma se usi il buon senso , risparmi 2 a 10 e spesso hai un prodotto migliore .

  61. Se vi comprate un telaio Cinese sicuramente non ha la garanzia
    di sicurezza.
    if you buy a Chinese frame, it certainly has no guarantee of safe to ride?

  62. Non sono d'accordo con quello che dici anche perché stai generalizzando Premetto che io non ho un telaio cinese ma ci sto pensando ad acquistarlo prima cosa tutti i telai di alta gamma originali visto coi miei occhi chi più chi meno si rompono vedi orbea swork Trek anche Colnago canyon eccetera quindi non sono anche loro indenni Se acquisti su AliExpress telai come Sava che hanno fabbriche più grosse di quelle che intendi tu originali non rischi nulla anzi risparmi solo te lo dimostra il fatto che su Aliexpress un gruppo Ultegra costa meno di €600 una Sava intera costa 1300 euro montata ultegra con ruote in carbonio anche sulle ican secondo me ci si può contare

  63. Io penso che colnago,olmo,bianchi,Bottecchia non si facciano fare telai dai cinesi, io ho una olmo,non top di gama ma lievemente inferiore,prezzo abbordabile e nessun problema dato, preferisco sempre i telai italiani!

  64. Concordo, i telai contraffatti non sono uguali agli originali come qualità, peso, resistenza, detto questo, qualsiasi persona ti abbia raccontato che basta vedere un telaio per sapere se è originale o meno, per via degli angoli, t'ha detto una fesseria!!! d'altronde, non serve uno scienziato a capire che gli angoli sono la cosa più facile da copiare, quello che cambia davvero tra i telai originali e i contraffatti è la qualità delle fibre e delle resine, la loro disposizione, la quantità etc etc

  65. bisogna fare una grossa distinzione tra copie e telai open mould, sono cose totalmente diverse, le copie a parer mio non andrebbero comprate per ovvi motivi legali ed etici, mentre un telaio open mould si basa sul ragionamento dell'open source, quindi ovviamente costerà meno, se in più sono certificati uci ancora meglio.

  66. Possiedo un telaio cinese da sette anni con cui percorro circa 6000 km all'anno e sto a Roma….avete presente le buche?! Non è una copia ma è della Dengfu, una azienda tra le più grosse, ed è il modello FM028 marcata Cooper (marchio di fantasia) . Non ho mai avuto alcun problema se non nella verniciatura che però so essere stata fatta in Italia. Circa i Cinesi forse sarebbe meglio non generalizzare…Pensate a brand tipo Huawei Technologies…Avete presente di che dimensioni abbia e di quale marchio sia diventato?
    o altri marchi nel settore informatico. Possiedo da quattro anni uno Smartphone cinese, lo Xiaomi Redmi Note 2 che continua a funzionare benissimo (batteria di ricambio € 11 compresa la spedizione). Xiaomi il più grande produttore cinese di Smartphone e non solo, ha aperto una filiale in spagna e a Milano e centri di assistenza in forma capillare anche in Italia. Da un anno ho comprato il successore di quel modello, lo Xiaomi Redmi Note 4, è perfetto, e va veramente bene. Concordo con il discorso delle copie false, oltretutto è un reato. Non concordo sul giudizio sommario sulla qualità di tutti i telai cinesi. Come già è stato detto in questo sito, ci sono fabbriche e fabbriche. P.S. anche in Italia ho visto biciclette Mtb in alluminio fabbricate in italia assolutamente pessime in tutto e per tutto. I produttori Cinesi non hanno una storia consolidata nel settore bici ma è piuttosto probabile che si apriranno con loro marchi per offrire telai o bici complete sul mercato Italiano, cosa che forse calmiererà parecchio i prezzi sul mercato.

  67. io dieci anni fa ho subito tre operazioni per ricostruire il naso, in seguito al fatto che mi sono sfasciato la faccia sull'asfalto dopo la rottura della forcella della mia vecchia bici.
    Raccomando a tutti di non risparmiare mai sulla sicurezza. Non ho mai più comprato una bici economica.

  68. Il problema è sempre quello… puoi comprarti anche la dogma f12 da 11 mila euro,in super iper carbonio, ruote super fighe e super scorrevoli ma se hai le gambe, vai su anche con un cancello da 10 kg…

  69. scusa ma non sono del tutto d'accordo, lo sai che quasi tutti i marchi più blasonati come li chiami tu si fanno fare i telai proprio dalla cina? magari anche quello che ti ha pagato per metterlo in foto e dunque perchè li dovrei pagare 3 volte tanto?

  70. Davide la Dogma di Egan Bernal vincitrice del tour de france 2019. italiano ha solo il telaio perche tutto il resto e made in japan…. quindi… 100 per cento maccheroni e mandolino non e la bici… di cosa ci meravigliamo?
    ecco la lista.Telaio e Forcella: Pinarello Dogma F12 tg.53
    Ruote: Shimano Dura-Ace C60 JAPAN
    Pneumatici: Continental Competition Pro LTD ALX GERMANY
    Cambio: Shimano Dura-Ace Di2 9150 JAPAN
    Freni: Shimano Dura Ace Direct mount JAPAN
    Guarnitura: Shimano dura ace JAPAN
    Pedivella:170 JAPAN
    Corone anteriori: 53 – 39 DURA ACE JAPAN
    Pacco Pignoni: 11-30 JAPAN
    Manubrio: Most Talon Ultra 420 cm cc
    Attacco manubrio: 135 mm
    Sella: Fizik Antares regular R1 MACHERONI E MANDOLINO
    Reggisella: Pinarello Dogma F12 arretrato
    Pedali: Shimano Dura Ace 9100

  71. Ho controllato tutte le Marche blasonate, tutti fanno produrre i telai in Cina o a Taiwan costo 450 euro l'uno.
    I cinesi non sono scemi, e sono i migliori al mondo nella produzione di carbonio.
    L'esempio del portafoglio non é attinente perché i telai venduti direttamente dai cinesi non hanno brand falsi.
    Ne ho acquistato uno e l'ho portato dal ciclista che lo ha paragonato ad un noto marchio trovandolo identico.
    Ha sopottato benissimo a gare come la Hero e 24h.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *